mercoledì 8 febbraio 2017

Appello con fumetto ai bibliotecari in ascolto! Come fu che mi ficcai in un casino in biblioteca e come uscirne onorevolmente. Help me!

 La settimana scorsa ho fatto un mezzo pasticcio in biblioteca, una roba che voi di certo troverete risibile, ma che mi ha dato l'ansia da quel momento.

 Poiché oggi ci tornerò (sia per il motivo indicato nel fumetto sia perché sono rimasta priva di libri da leggere, ebbene sì), ho bisogno che i bibliotecari in ascolto mi dicano come uscire onorevolmente da questa situazione.

 Contate che vado tra due ore. Help me.
E sappiate che non volevo, lo giuro.

 "Come fu che combinai un casino in biblioteca"!





15 commenti:

  1. Ma la tua dolce metà come fa a sapere? Lo potrà forse venire a sapere quando andrà lei in biblioteca. Potresti anche non dire nulla in biblioteca, però verrà fuori la faccenda se fate la cena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo potrà forse venire a sapere quando accederà ad internet e leggerà questa vignetta. A meno che lei non abbia più dolci metà che le hanno prestato la tessera. Ma a quel punto sarebbero dolci terze o dolci quarte. Il mistero si infittisce...

      Elimina
    2. sì leggerà il fumetto, tanto ormai..

      Elimina
    3. Qua potrebbe venire fuori una sceneggiatura per una commedia degli equivoci

      Elimina
  2. Ohmmamma ti capisco. E' una cosa per cui io vorrei infilarmi sotto il letto con una coperta in testa e non uscire mai più. (Te lo scrivo perchè è passato un giorno e vedo che hai confessato :-)

    RispondiElimina
  3. Qualunque sarà la tua scelta, facci poi sapere come va.
    In bocca al lupo! *sferzante pacca di solidarietà sulla spalla*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho confessato. E' andata bene!

      Elimina
    2. Non puoi cavartela così! :-D Come hanno reagito??

      Elimina
  4. Ammetto di non sapere cosa consigliarti, se non di ritrovare il libro. So che l'hai cercato, ma i libri non scompaiono nemmeno nei libri di Harry Potter. Quel libro ESISTE, forse tra le cose della tua dolce metà.
    Qua a Firenze, devo dire, i bibliotecari sono sempre persone molto comprensive & umane e io ho dalla mia che a volte restituisco in netto ritardo ma non ho perso mai niente FINORA. E con le tessere individuali sono un pelo più elastici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro, a meno che non si sia nascosto molto bene, purtroppo è a Trento. Avevo la febbre quando ho fatto la valigia e devo averlo dimenticato. Comunque alla fine ho fatto ammenda con due classici ;)

      Elimina
  5. Credi, i bibliotecari ne vedono di cose... E anche se fanno i cerberi sanno benissimo che in certe situazioni un libro purtroppo può sfuggire. Hai già trovato la soluzione, il problema è già risolto, no?

    RispondiElimina
  6. Beh, io trovo che sarebbe bene comunque restituire il libro, visto che è pure fuori commercio
    (Murasaki in versione Catone il Censore)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno visto che l'avevano anche altre biblioteche e hanno preferito farmi comprare due classici che probabilmente erano iperusurati o ne abbisognava una doppia copia.
      Lo bibliotecario sa cosa è meglio per la sua biblioteca ;)

      Elimina
  7. Ma non puoi telefonare all'hotel dove hai alloggiato e fartelo spedire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un b&b. Vista la precisione della signora, ho il sospetto che l'abbia buttato. Tenterò!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...