domenica 28 novembre 2021

La sindrome di Urashima Taro. Tornare a casa dopo anni e scoprire che il tempo non era rimasto fermo, ma solo noi ad essere stati via troppo a lungo

 In questo ultimo anno, in cui ho fatto fortunosamente ritorno alle terre natie, mi sono ritrovata più volte a pensare alla leggenda di Urashima Taro.

Chiunque sia appassionato di manga o letteratura giapponese ne ha sentito parlare più di una volta. Urashima Taro è un pescatore che un giorno esce per mare e salva una tartaruga maltrattata sulla spiaggia.

 Come ricompensa, la regina del mare lo ospita per tre giorni nel suo palazzo grandioso e quando infine lo congeda gli regala una scatola che non dovrà mai aprire.

 Urashima torna a casa, ma scopre che quelli che per lui sono stati appena tre giorni, sulla terra erano invece decine di anni e tutte le persone che conosceva sono morte.
 Disperato, apre la scatola della regina e invecchia di colpo: conteneva infatti tutti gli anni  realmente trascorsi.

 E' una leggenda di per sé molto affascinante, ma credo di averne colto in parte il significato solo nei mesi passati.

 Quando vivevo a Milano avevo sempre la sensazione che il posto dove mi trovavo e il mio paese d'origine si muovessero su due piani temporali diversi. 
 Non perché Milano fosse proiettata nel futuro e il paese mio che sta sulla collina no, era una questione più sottile.

 Tutte le volte che tornavo a casa avevo la sensazione di rientrare in un'altra linea temporale dove la mia vita precedente esisteva ancora in qualche modo, perfettamente o quasi congelata al momento in cui me n'ero andata via. Certo, qualcuno nel frattempo si era sposato e/o aveva avuto figli, si era trasferito o simili, ma fondamentalmente tutto sembrava scorrere allo stesso identico modo, congelato nel tempo, negli anni.

 Bastava prendere un treno e potevo tornare al momento in cui ero partita e, siccome le vacanze sono ingannevoli, mi sentivo anche la persona che era appena partita: bastava prendere un Frecciarossa e avevo di nuovo ventiquattro anni.

 Riprendevo il Frecciarossa per tornare a Milano e la me stessa adulta, con una faticosa e per carità, sicuramente più appagante di tante altre, vita adulta da affrontare e gestire.
 Questo parallelismo temporale mi ha sempre molto confuso e sicuramente i libri e i film hanno avuto un ruolo, come in verità ce l'hanno nell'immaginario di tutti noi.

 Nei film, solitamente natalizi e di buoni sentimenti, ma non solo, il protagonista che è partito verso la vita da lui/lei sognata nella grande città, finisce per tornare a casa, solitamente per i soliti tre motivi: qualcosa lo costringe (un lutto, un'eredità, malattia di qualche parente), perde il lavoro e l'unica alternativa alla strada è la casa dei propri genitori, c'è una qualche festività.

 In questi casi, tendenzialmente il protagonista parte diffidente: si diverte pazzamente nella big city ed ehi è arrivata la tanto sospirata promozione (a meno che non sia il caso del licenziato che vede andare in briciole la propria vita in 3 secondi netti) e torna al paese. Lì, tutto è immutato: i genitori litigano, gli amici sono sempre uguali e al massimo qualcuno ha messo su famiglia, tutti i negozi sono al loro posto e tutti sembrano sempre fare le stesse rassicuranti cose.

 Il setting è perfetto. Tuttavia, se nei film è DAVVERO così, cosa che solitamente convince il protagonista a mollare la sua vita perfetta per riscoprirsi vicino ai valori di un tempo e solitamente anche al manzo o alla gnocca di un tempo, nella vita è più semplice che si venga travolti dall'effetto Urashima Taro.

 Tu torni e ti accorgi che le persone che conoscevi non esistono più. Sono diventate altre persone e la linea temporale che ti sembrava rimasta immobile perché dopotutto dieci anni volano in un soffio e non sembrano davvero tanti, è andata tragicamente avanti.

 Tutto è cambiato e ritornare ha una fatica non prevista, un ricavarsi nuovamente uno spazio che si dava scontato perché insomma ce l'avevamo, non pensavamo potesse sparire. Invece siamo semiestranei che tornano a inserirsi in un mondo che un tempo conoscevano bene e che è andato avanti facendo a meno di loro.

 Non che sia perdutamente tragico ed è sicuramente proporzionale al tempo che abbiamo passato, come Urashima, in fondo al mare, altrove. Tuttavia è solitamente privo di quella deliziosa magia per lo spirito dei film dei grandi ritorni a casa, in cui tutti sembrano non avere niente da fare che aspettare il ritorno di qualcuno che un tempo conoscevano molto bene.

 La cura esiste ed è la stessa di Urashima: recuperare tutti gli anni perduti, in un colpo solo, e lasciare che quella linea temporale che si credeva interrotta torni di nuovo a correre e recuperi tutti i giorni che credevamo fermi nel passato.

 Le linee del tempo si raccordano e noi diventiamo di colpo più adulti o anziani, a seconda di quanto siamo stati lontani, perché lo scorrere del tempo raggiunge ogni luogo, anche quello che credevamo salvo.

7 commenti:

  1. Come sai vivo all'estero da diversi anni e mi ritrovo completamente nelle parole che dici. Per me uno dei drammi più grandi é stato appunto vedere da lontano quanto stavano cambiando le vite degli altri e non poter urlare: "Ehi, fermi tutti! Aspettate che io torni! Come osate fare tutte 'ste cose senza di me?", per non parlare dei morti e quelle cose là. Senza contare che non ho alcun programma di rientro, se non altro a breve termine. Secondo me in giro c'è troppa poca letteratura, ancora, su questa nostra generazione. Nel senso: la maggior parte è rimasta nel paesino in collina e vive l'evoluzione ntaurale della vita che anche io & te facevamo in quel paese prima di partire. Però ce ne sono tanti, tantissimi, emigrati al Nord o all'estero, ma dove sono rappresentati? Chi parla di noi? Tu conosci qualche titolo?

    Grazie di questo post comunque :*

    RispondiElimina
  2. Vengo come testimonianza di prestito tra persona seria e onesta. Ho perso tutti i miei beni a seguito di un incendio, nessuno ha voluto aiutarmi a causa della mia situazione che non soddisfaceva le condizioni per la concessione del finanziamento. Martedì scorso ho dovuto contattare il signor VINICIO PIZZA che questa mattina mi ha concesso un prestito di 12.000 euro per uscire dalla mia impasse. Generoso, serio e affidabile, può sicuramente aiutarti se lo contatti al suo indirizzo: viniciopizza716@gmail.com
    WhatsApp: +39 350 912 5503




































    Vengo come testimonianza di prestito tra persona seria e onesta. Ho perso tutti i miei beni a seguito di un incendio, nessuno ha voluto aiutarmi a causa della mia situazione che non soddisfaceva le condizioni per la concessione del finanziamento. Martedì scorso ho dovuto contattare il signor VINICIO PIZZA che questa mattina mi ha concesso un prestito di 12.000 euro per uscire dalla mia impasse. Generoso, serio e affidabile, può sicuramente aiutarti se lo contatti al suo indirizzo: viniciopizza716@gmail.com
    WhatsApp: +39 350 912 5503




















































    Vengo come testimonianza di prestito tra persona seria e onesta. Ho perso tutti i miei beni a seguito di un incendio, nessuno ha voluto aiutarmi a causa della mia situazione che non soddisfaceva le condizioni per la concessione del finanziamento. Martedì scorso ho dovuto contattare il signor VINICIO PIZZA che questa mattina mi ha concesso un prestito di 12.000 euro per uscire dalla mia impasse. Generoso, serio e affidabile, può sicuramente aiutarti se lo contatti al suo indirizzo: viniciopizza716@gmail.com
    WhatsApp: +39 350 912 5503

    RispondiElimina
  3. Vengo come testimonianza di prestito tra persona seria e onesta. Ho perso tutti i miei beni a seguito di un incendio, nessuno ha voluto aiutarmi a causa della mia situazione che non soddisfaceva le condizioni per la concessione del finanziamento. Martedì scorso ho dovuto contattare il signor VINICIO PIZZA che questa mattina mi ha concesso un prestito di 12.000 euro per uscire dalla mia impasse. Generoso, serio e affidabile, può sicuramente aiutarti se lo contatti al suo indirizzo: viniciopizza716@gmail.com
    WhatsApp: +39 350 912 5503

    RispondiElimina
  4. CIAO

    Offerta di prestito denaro tra privato gratuito urgente
    Sono in Italia nella città di Agrigento Società del mio prestito si trova
    nella città di VERONA.
    Siete alla ricerca di un prestito o di o di riavviare le vostre attività o
    per la realizzazione di un progetto, di acquistare una
    appartamento ma ahimè la banca ti chiede di condizioni. Io sono un
    individuo ho concesso
    finanza di prestito online.. di 5.000€ in 1.900.000€ Rapido.. E_mail:
    claudiascavinoti@gmail.com Contattami subito ha
    Sono un privato, azionista di banca di molte imprese
    del posto. Sono un Madre nel mondo degli affari. dispongo di un capitale
    molto importante. Siete anche un privato, onesto e di buona moralità.
    Contatto mi subito.

    RispondiElimina

  5. ISTITUZIONE DI MICROFINANZA : yvette.defonds@gmail.com

    Sono partner di molte banche e ho molto capitale nelle sue banche. Hai bisogno di prestiti tra privati ??
    Per affrontare difficoltà finanziarie e, infine, per uscire dalla situazione di stallo creata dalle banche, con il rifiuto dei tuoi file di domanda di credito, siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di aiutarti a raggiungere l'importo di cui hai bisogno e in condizioni che ti semplificheranno la vita.
    Concediamo prestiti che vanno da 1 mese a 30 anni e diamo tra 2 000 e 10 000 000 €.
    Il nostro tasso di interesse è del 3% all'anno, ecco le aree in cui possiamo aiutarti:
    * Finanziario
    * Prestito ipotecario
    * Prestito di investimento
    * Prestito auto
    * Debito di consolidamento
    * Rimborso del credito
    * Prestito personale
    * Sei registrato
    * Le banche vietano e tu non hai il favore delle banche o piuttosto hai un progetto e devi **** per contattarmi e io ti aiuterò.
    E-mail: yvette.defonds@gmail.com

    RispondiElimina
  6. Soluzione Prestito


    ottieni il tuo credito al primo tentativo molto affidabile e garantito entro 48 ore dall’approvazione della tua domanda.

    Tassi Agevolati e Pochi documenti necessari.

    Richiedi un preventivo senza impegno, yvette.defonds@gmail.com

    RispondiElimina
  7. OFFERTA DI PRESTITO SERIA E VELOCE


    Dispongo di un capitale che servirà ad assegnare prestiti particolare a breve e lungo termine che va di 5000 €a 1 000.000,00€ ad ogni persona seria che vuole di questo prestito. D’interesse 2% l’anno secondo la somma prestato poiché essendo particolare non voglio violare la legge sull’usura. Potete rimborsare su 01 a 30 anni massimi ha secondo la somma prestato. Contattare via E-mail: yvette.defonds@gmail.com

    E-mail : yvette.defonds@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...